Un giorno a Murano – edizione 2021

Posted by

Prendo spunto da uno dei post più visitati del blog per tornare a parlare di Murano.

Come accennavo già nel 2018

Mi piace la sua tranquillità, il suo silenzio, il suo essere un’oasi di (quasi) pace anche quando Venezia strabocca di turisti, pur essendo raggiungibile in pochi minuti dall’Isola.

E’ un po’ il mio porto sicuro quando cerco tranquillità.

Ma vediamo come organizzare la propria giornata in questa isola così particolare.

Come raggiungere Murano

A me piace raggiungere Murano con il 3, il vaporetto che ferma a Piazzale Roma e, senza fermate intermedie oltre a Ferrovia, arriva a Murano.

Ma questa non è l’unica soluzione.

Le linee circolari 4.1 e 4.2 coprono gran parte del Centro storico e lo collegano a Murano. In particolare, si fermano a Ferrovia, a Piazzale Roma, a San Zaccaria (San Marco), a Giardini e Sant’Elena e a Fondamenta Nove (il punto più vicino a Murano).

Un’altra linea comoda è la 7 che nei mesi estivi parte da San Zaccaria.

Vi è poi l’opzione Alilaguna, con le linee blu e rossa che collegano l’aeroporto a Murano. Comodissime per chi decide di lasciare la macchina in aeroporto e partire dal suo pontile. Queste linee non sono però comprese nel biglietto a tempo ACTV, che consiglio sempre di fare.

A me piace scendere a Colonna, e incamminarmi lungo Fondamenta dei Vetrai, che troverete di fronte a voi, leggermente sulla destra.

Il vetro – acquisti

Posso immaginare che abbiate deciso di visitare Murano anche attratti dalla lavorazione del vetro.

Una vetreria che vi consiglio di visitare è Massimiliano Schiavon. A due passi dalla fermata di vaporetto Colonna, saprà stupirvi! Ricordate di prenotare prima la visita!

Per i vostri acquisti vi suggerisco due indirizzi:

  • Crazy4Glass, dove un giovanissimo artista muranese, Matteo, propone uno stile straordinario e inusuale, con le sue creazioni perfette per tutti i gusti e per tutte le tasche
  • Cesare Sent, un altro indirizzo storico di Murano, con uno stile decisamente più classico.

Cosa vedere

Consiglio di continuare a risalire la Fondamenta dei Vetrai, attraversare il suggestivo Ponte Lino Toffolo, dedicato al grande attore e comico veneziano, proseguire poi a destra sulla Fondamenta, andando verso la fermata del vaporetto Museo, continuare ancora e raggiungere – appunto – il Museo del Vetro.

Qui pianificate pure una visita di due ore abbondanti, perché la collezione permanente è ricca ed è spesso accompagnata da straordinarie temporanee. Nella bella stagione consiglio anche di stazionare un po’ nel silenzio della corte interna, una vera oasi di pace.

Usciti da qui, continuando sulla Fondamenta verso sinistra, si raggiunge la meravigliosa Basilica di Santa Maria e Donato, il Duomo di Murano. Qui ci si può perdere ad ammirarne i mosaici unici che la abbelliscono.

Dove mangiare

A questo punto sarà arrivata, e forse anche superata, l’ora di pranzo.

Io ho tre luoghi del cuore per mangiare a Murano, a seconda di quanto voglio spendere:

  • la soluzione perfetta per il vostro relax, più o meno lungo, è dato dalle diverse proposte dell’Hyatt Centric Murano Venice. Bar, lobby bar e ristorante a due passi dal Museo del Vetro sono una garanzia per tutti. In particolare, non lasciatevi sfuggire il brunch della domenica! Io l’ho provato in versione invernale e non vedo l’ora di tornarci con la bella stagione…
  • per mangiare in piedi, di corsa e spendendo poco scelgo di mangiare un panino preparato dal Bocconcino (in Fondamenta Manin), oppure una delle loro pizze farcite o altro che la fantasia dei due proprietari ha fatto preparare
  • un ristorante giovane, di design e dal buon cibo è il B Restaurant, in Campiello della Pescheria, dove un giovane ma abile chef propone una carta moderna e particolare, in un locale abbellito da alcuni notevoli pezzi artistici, a costi coerenti con qualità e quantità
  • il ristorante per chi vuol provare la cucina tipica veneziana (e muranese) in un posto straordinario è la Busa alla Torre, in Campo Santo Stefano. Qui i prezzi salgono un po’, ma la qualità è alta; c’è comunque anche una proposta turistica a costi più contenuti. Attenzione però, che è aperto solo a pranzo.

A proposito di orari, attenzione che alla sera l’isola si svuota e sono pochissimi i locali pubblici che rimangono aperti, soprattutto d’inverno, quando può essere un’impresa anche prendere una coca cola al bar dopo le 21…

Per smaltire il pasto si può fare una passeggiata verso il suggestivo faro.

[Nota: il post non è sponsorizzato, i consigli derivano dalla mia esperienza e dal mio gusto personale]

IMG_2196
Arrivando in vaporetto
IMG_6898
Cesare Sent, in Fondamenta dei Vetrai

Di seguito alcuni scatti dell’Hyatt Centric Murano Venice

Altri angoli di Murano

IMG_1189
Un Maestro Vetraio al lavoro alla Nason Moretti
IMG_1086
Uno dei mosaici della Basilica Santa Maria e Donato
IMG_1096
Il faro al tramonto
IMG_6895
Fondamenta dei Vetrai lasciando alle spalle Colonna

4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...