Homo Faber: la maestria artigiana in mostra alla Fondazione Giorgio Cini

Posted by

Sono particolarmente incuriosita da Homo Faber, che si terrà dal 14 al 30 settembre 2018 alla Fondazione Giorgio Cini.

Mi attira in particolare il pay-off “Crafting a more human future“, che si presta a un’infinità di interpretazioni.

Il tema del creare con le mani è una mia fissazione fin da piccola, e forse se ho scelto un percorso formativo un po’ anomalo è anche per quello. Volevo creare. Ahimè, non con finalità artistiche, che purtroppo non mi sono mai messa a sviluppare più di tanto, ma sempre creare qualcosa dovevo.

Ecco perché non vedo l’ora di scoprire come verrà interpretata l’artigianalità in questa mostra.

homo_faberevento-680x297

Cito dal sito ufficiale (i grassetti sono miei)

Benvenuti al primo grande evento dedicato alla maestria artigiana europea e al suo legame con il mondo del design. Se la nostra società tecnologica ci spinge a muoverci sempre più velocemente, a consumare di più e pensare di meno, Homo Faber ci invita a rallentare, a riprendere fiato, a conoscere le persone con un approccio diverso. Il nostro mondo può solo trarre beneficio dal lavoro dei maestri artigiani, gli straordinari uomini e donne che, con le loro mani e la loro creatività, realizzano oggetti meravigliosi la cui bellezza dura nel tempo.

È un viaggio alla scoperta dei maestri d’arte e delle loro competenze, attraverso dimostrazioni dal vivo ma anche con l’ausilio delle più sofisticate tecnologie di realtà virtuale. È un’opportunità per ascoltare le opinioni e le esperienze dei maestri, partecipando a un programma di conferenze sul tema della creatività e dell’artigianalità. Homo Faber è la celebrazione dell’estro creativo e del talento manuale.

Straordinaria anche l’estensione della mostra, che coprirà 4.000mq della Fondazione Giorgio Cini. Verranno aperte anche aree normalmente non visitabili per ospitare tutta l’esposizione.

Straordinaria la squadra che renderà possibile tutto questo. Sul sito della Fondazione si trovano alcuni nomi:

Homo Faber si avvale della collaborazione di una squadra d’eccezione, che annovera personalità di spicco come Michele De Lucchi, Stefano Boeri, India Mahdavi, Judith Clark, Jean Blanchaert e Stefano Micelli, i quali infonderanno alla mostra una straordinaria creatività ed energia. All’organizzazione collaborano i partner della Michelangelo Foundation, che ne condividono la visione: la Fondazione Giorgio Cini, la Fondation Bettencourt Schueller, il Triennale Design Museum e la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.

L’ingresso è gratuito ma occorre registrarsi on-line.

Arrivare alla Fondazione è semplice, con la linea 2, fermata San Giorgio.

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...