I 10 di Venezia – I 10 luoghi da non perdere per la vostra prima visita a Venezia

Posted by

Mi è stato fatto notare che per questa rubrica sono partita “dalla fine”, iniziando ad analizzare i luoghi che ritengo meno noti di questa splendida città.

Con la prima puntata dei 10 di Venezia infatti ho cercato di dare qualche spunto per una visita diversa dal solito.

Ma per chi a Venezia non c’è mai stato? Quali luoghi consigliare a una persona che scopre la città per la prima volta?

Provo quindi a stilare una lista pensata allo scopo, concentrandomi più sui luoghi che non sulle attività (rimando per chi fosse interessato al post dedicato agli imperdibili).

Ovviamente chi conosce già bene Venezia riterrà questi consigli banali e scontati, ma sono fermamente convinta che vi siano alcuni luoghi che, anche se “turistici”, non possono essere saltati. Vivere per la prima volta questa città vuol dire conoscerla dal vivo, respirarla, vederla con i propri occhi e non dalle immagini degli altri. Essere per la prima volta in Piazza San Marco è sempre e comunque un’emozione. Lo stesso per il Ponte di Rialto e per tanti altri posti che non meritano di essere “scansati” solo perché turistici o stravisti o stranoti. Lasciamo che tutti li scoprano, anche se noi li conosciamo già.

Per scelta, mi concentrerò sui luoghi all’aperto, considerando una visita breve che possa far venire la curiosità e il desiderio di tornare per un ulteriore approfondimento (uno? Venezia è una splendida droga di cui non ne avrete mai abbastanza…). Se invece avete più tempo potete basarvi su questi altri consigli.

  1. intanto iniziate a godervi la visita fin dal primo momento, con lo stupore che regala la vista di San Simeon Piccolo fuori dalla Stazione Ferroviaria; lo scorcio di Canal Grande che ne avrete riempie il cuore. Respirate anche il senso di magia e di libertà che si prova percorrendo il Ponte della Libertà, in auto, bus o treno.
  2. Fondamenta degli Ormesini (e della Misericordia), una vista straordinaria che merita una piccola deviazione dal percorso diretto tra Stazione, Rialto e San Marco
  3. il Ponte di Rialto: ovete assolutamente vederlo, salirci sopra, attraversarlo sia affacciati ai parapetti, sia sull’interno, passando tra le botteghe.
  4. arrivate in Piazza San Marco per abbandonarvi a tanta bellezza. Giratela da ogni parte, guardate verso l’alto e verso il basso, giratevi attorno e coglietene ogni particolare. Vero che in foto non si capiva quanto fosse straordinaria?
  5. fate un’altra piccola deviazione per andare alla ricerca del Bacino Orseolo con le sue gondole. Non vorrete più venir via, ma fatevi forza, perché c’è ancora tanto da vedere!
  6. dopo aver girato in lungo e in largo in Piazza San Marco arrivate sulla Riva degli Schiavoni e ammirate il Ponte dei Sospiri, il bacino di San Marco, San Giorgio, il Lido, il verde di Sant’Elena. Non è forse questo il paradiso sulla terra…?
  7. continuate lungo la riva e arrivate all’Arsenale. Qui anche in alta stagione sembra di essere in un altro mondo, meno trafficato, più vivibile, da godersi con più calma. La maestosità delle mura e della Porta monumentale dell’Arsenale danno un senso di protezione indescrivibile.
    Ecco, a questo punto mi verrebbe voglia di consigliarvi di arrivare fino a Sant’Elena, perché è uno dei miei luoghi del cuore, ma mi rendo conto che se avete pochissimo tempo a disposizione correte il rischio di perdervi tante altre meraviglie. Però se non siete proprio di corsa… fate questo “sforzo”!
  8. a questo punto vi consiglierei di arrivare al Ponte dell’Accademia, di ammirarlo dal punto di vista architettonico e di attraversarlo per raggiungere l’Accademia, e continuare fino alle Zattere. Qui avrete una vista indescrivibile sulla Giudecca
  9. dalle Zattere prendete il vaporetto (il 2) per raggiungere l’Isola di San Giorgio e ammirare Venezia “dall’altra parte” (se avete tempo salite fino in cima al Campanile!)
  10. tornando indietro, raggiungete Punta della Dogana. Se potete, fermatevi ad ammirare il panorama in solitudine, proprio dove la punta si restringe e vi sentirete da soli abbracciati da un’infinita bellezza

Difficile limitarsi a 10 consigli, impossibile, anzi, e so già che molti storceranno il naso perché mancano infiniti luoghi che meriterebbero di far parte della lista, ma con poco tempo a disposizione ritengo che questi rappresentino la base minima da cui partire.

Un consiglio spassionato: preparate in anticipo la vostra visita. Se decidete l’itinerario sfruttate wikipedia e google per scoprire cosa troverete nei diversi posti che vi accingerete a visitare. Venezia è ricchissima di particolari e di tesori poco visibili al primo colpo d’occhio. Preparando un minimo la vostra gita ve la godrete ancora meglio. Un consiglio nel consiglio? Dotatevi di guida cartacea, vecchio stile. Perché alla fine è ancora il modo più romantico per avere sotto mano tutte le informazioni base senza impazzire sul telefonino…

Un secondo consiglio: se vi capita di perdervi, non preoccupatevi! Perdersi per Venezia è il modo più bello per conoscerla! Abbandonatevi all’istinto e scoprite quello che vi si para davanti. È tutto bello e non rimarrete delusi comunque, anche se non avrete visto tutto quello che avevate programmato. Anzi, sarà l’occasione per tornarci quanto prima!

4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...